Valencia: Azioni dirette contro la repressione

Lunedi notte, 27 Febbraio, sono state fatte varie azioni a Valencia.

Incendio di 2 bancomat situati nel campus universitario

Sabotaggio di 1 bancomat usando un blocco di cemento

Incendio di una fermata del tram

Queste azioni sono state fatte a causa della situazione a Valencia. La repressione della polizia durante i cortei studenteschi, insieme ai crescenti tagli sociali, indica un incremento di attacchi da parte dello stato e delle compagnie capitaliste contro i pochi diritti che avevamo prima.

Gli studenti del liceo Lluis Vives hanno preso parte ad una protesta che ha sopraffatto le megadimostrazioni (o processioni) dei sindacati e dei partiti di sinistra. Queste proteste, fatte senza chiedere permesso e in modo combattivo, hanno affrontato la vera essenza dello stato e del capitalismo, quando le loro maschere cadono; la violenza.

Ecco perché il nostro contributo alla lotta prende la forma del sabotaggio e dell’attacco. Il sistema è violento; ecco perché siamo radicali.

E’ la nostra vita ad essere in palio. Per la diffusione della rivolta!

trad. ParoleArmate

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>